Comune di Boscoreale

Cappella Sant'Antonio di Padova

Amministrazione Trasparente
Comune di Boscoreale

Attenzione: per consultare la pagina "", verrai reindirizzato sul Portale del Comune di Boscoreale dedicato alla Trasparenza.
Attendi qualche secondo per accedere automaticamente, o entra subito nel Portale della Trasparenza.

Annulla e rimani sul sito Istituzionale
Comune di Boscoreale
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Comune di Boscoreale
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sulla nostra pagina google plus Seguici sul nostro account Twitter Visita il nostro canale Youtube Telegram - Canale istituzionale Seguici tramite feed RSS
Cappella Sant'Antonio di Padova
Home Page » Città » Le Chiese » Cappella Sant'Antonio di Padova
Icona freccia bianca

Cappella di Sant’Antonio di Padova Da una santa visita del 1615 di Mons. Lancellotti, Vescovo di Nola, apprendiamo che la cappella di S. Francesco, il cui altare maggiore fu in seguito dedicato a Sant’Antonio da Cappella di Sant’Antonio di Padova  Padova, era stata fondata dai fratelli Francesco e Andrea Cirillo alcuni anni prima. Dopo la morte dei cofondatore Francesco Cirillo, il fratello Andrea ed i suoi eredi provvidero alla manutenzione della stessa e a farvi officiare una messa domenicale ad opera dei padri Celestini della parrocchia dell A.G.P. di Torre dell'Annunziata; gli stessi che officiarono anche a S. Maria Salome, fino al 1807. Con l'eruzione del dicembre 1631 la cappella subì gravissimi danni. Successivamente fu ricostruita e da documenti pervenuti risulta essere affidata ai padri Minori Conventuali di S. Lorenzo Maggiore di Napoli. Nel XVIII sec. la cappella fu oggetto di ulteriori restauri; sul portale di ingresso infatti a testimonianza degli interventi troviamo incise due date: 1773 e 1803. Nel 1817 la cappella aveva tre altari: il maggiore dedicato a Sant’Antonio di Padova e, i due minori, uno dedicato a San Francesco (di diritto patronato dei fondatori Cirillo), l'altro dedicato a San Vito (di diritto patronato della famiglia Casale). Alla fine del XIX sec. dopo un periodo in cui la cappella fu officiata da sacerdoti della parrocchia, fu riaffidata alle cure dei frati francescani (Frati Minori), i quali ne ebbero cura fino al secondo dopo guerra. Intorno agli anni cinquanta, infatti, la cappella fu ceduta alle Piccole Ancelle di Cristo Re che, ancora oggi ne hanno cura.
La facciata della chiesa è ripartita in due ordini; il primo è scandito da quattro lesene sormontate da capitelli mistilinei che al centro inquadrano il portale di ingresso, di lineare fattura. Il secondo ordine è caratterizzato da due gruppi di lesene con capitelli ionici poggianti su di uno sporgente architrave, al centro del quale, si apre un finestrone con cornice mistilinea. La facciata si conclude in alto con un timpano triangolare mistilineo, poggiante sui due gruppi di lesene.
Cappella di Sant’Antonio di Padova  L'interno è a navata unica, coperta con volta a botte con lunette laterali in corrispondenza degli altari minori. L'altare maggiore, in marmi policromi di fattura tardo settecentesca, è dedicato a 5. Antonio di Padova. Oggi la cappella ha quattro altari minori: alla destra di chi entra troviamo l'altare dedicato a S. Lucia e l'altro, dedicato all'Immacolata Concezione (già di S. Vito). Alla sinistra di chi entra, i due altari sono dedicati: il primo a San Francesco, il secondo al Sacro Cuore di Gesù. Al 1906 risale la lastra marmorea apposta sulla facciata esterna della chiesa, in ricordo dell'eruzione vesuviana. L'attuale veste della chiesa è frutto dell'ultimo restauro di cui è stata oggetto nel 2002, grazie all'opera delle Piccole Ancelle di Cristo Re. 

Ultima modifica

giovedì 04 settembre 2014

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Comune di Boscoreale
Piazza Pace 1 - 80041 Boscoreale(NA)
Centralino: 081 8574111
P. IVA 82008410639

Il sito Istituzionale del Comune di Boscoreale è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Il progetto Comune di Boscoreale è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it